Sanità e assistenza sanitaria: le professioni sanitarie

Vista di una scrivania con tablet con foto e disegni del settore medico con accanto uno stetoscopio e una penna
© adam121 / Fotolia

Per “professioni sanitarie” si intendono tutte le professioni che hanno a che fare con la cura e l’assistenza sanitaria delle persone. Esistono numerosissime attività e mansioni professionali. Queste sono disciplinate a livello giuridico in modo differente e prevedono requisiti diversi per l’accesso alla professione e per la procedura di riconoscimento.

Per le professioni sanitarie esiste un notevole fabbisogno di personale specializzato qualificato e motivato. Ma per la formazione e le conoscenze sono previsti requisiti speciali. Per quando riguarda le cosiddette professioni medico-sanitarie i requisiti per la formazione e l’accesso alla professione sono regolamentati in modo univoco in tutta la Germania.

È necessario il riconoscimento della qualifica professionale?

Per le professioni medico-sanitarie è obbligatorio il riconoscimento. Queste professioni possono essere esercitate solo da persone in possesso di un permesso speciale, ovvero l’abilitazione professionale. Si tratta ad esempio dell’abilitazione alla professione, dell’autorizzazione all’esercizio della professione o del permesso all’apposizione della denominazione della professione. Per ottenere l’abilitazione professionale è obbligatorio attestare qualifiche univoche in tutta la Germania e aver anche superato l’esame post-formazione o farsi riconoscere la propria qualifica professionale estera. Una volta verificati alcuni ulteriori requisiti, è consentito fregiarsi del titolo corrispondente e svolgere la professione. Queste professioni sono in genere professioni regolamentate dalla legislazione federale.

Tra le professioni medico-sanitarie accademiche rientrano, ad esempio, quelle di medico, farmacista o veterinario. In Germania è obbligatorio condurre studi universitari per svolgere queste professioni. Altre professioni medico-sanitarie possono essere apprese in Germania presso scuole professionali, ad esempio quelle di fisioterapista, ostetrica, infermiere.

Specificità: riconoscimento automatico e tessera professionale europea

Per alcune professioni medico-sanitarie le qualifiche professionali estere vengono riconosciute automaticamente all’atto della domanda.

Per alcune professioni è possibile avviare già dall’estero la procedura per la tessera professionale europea (EPC). La tessera professionale europea è un ulteriore sistema per richiedere il riconoscimento. Esiste la tessera professionale europea per specifiche professioni medico-sanitarie.

Professioni commerciali, attività assistenziali e assistenza

Nel settore sanitario esistono anche professioni inerenti ad attività organizzative e assistenza del personale medico durante i trattamenti. Queste professioni sono incentrate su un’attività di tipo commerciale e non sul trattamento autonomo di pazienti. Si tratta soprattutto di professioni assoggettate a specifico iter formativo del sistema duale, ma anche di professioni assoggettate a obbligo di aggiornamento professionale e formazione professionale scolastica. Queste sono disciplinate dalla Federazione, dai Land federali e dalle Camere.

Tra queste professioni rientrano assistenti medici, assistenti anestesiologici o addetti farmaceutico-commerciali.

Esistono anche professioni di aiuto e assistenza nella cura di persone malate o persone anziane. Si tratta di professioni quali, ad esempio, operatore assistenziale per anziani, assistente sanitario o assistente infermieristico.

È necessario il riconoscimento della qualifica professionale?

Queste professioni sono in genere professioni non regolamentate. In queste professioni il riconoscimento è utile e apporta numerosi vantaggi. Non è tuttavia necessario per svolgere la professione.

La denominazione della professione può essere tutelata. In alcune professioni questa è regolamentata in modo diverso nei singoli Land federali. Occorre essere in possesso dell’autorizzazione a fregiarsi del titolo. Anche singole attività possono essere autorizzate solo se è consentito apporre la denominazione della professione. In tal caso è necessario il riconoscimento.

Artigianato e salute

Esistono anche professioni che coniugano artigianato e salute. In tal caso la formazione professionale artigianale riveste importanza centrale e può trattarsi anche di formazioni professionali duali.

È necessario il riconoscimento della qualifica professionale?

Le qualifiche professionali nonché le conoscenze e le capacità acquisite all’estero possono essere riconosciute. Queste professioni tuttavia sono non regolamentate, per cui il riconoscimento non è un requisito obbligatorio. Se si desidera svolgere una professione autonoma come maestro artigiano o maestra artigiana, occorre farsi riconoscere la qualifica estera. Per le professioni sanitarie si tratta di attività artigianali soggette ad autorizzazione.

Alcuni esempi di professioni artigianali sanitarie sono ottico-optometrista, tecnico ortopedico, meccanico chirurgico. Tali professioni denominate Meister prevedono la tutela dell’attività artigianale.