Pedagogisti sociali o operatori sociali

Pedagogista sociale con bambino
© Photographee.eu / Fotolia

Profilo professionale e attività

I pedagogisti sociali e gli operatori sociali si occupano di prevenzione, trattamento e soluzione di problemi sociali. Forniscono consulenza e assistenza a singole persone, famiglie o gruppi di persone in difficoltà. Lavorano ad esempio in comunità educative per bambini, minori e adolescenti o case di riposo, in uffici dei minori, consultori per la famiglia e tossicodipendenti o gruppi di auto-aiuto.

Come è strutturata la formazione? Quali titoli professionali sono previsti?

Si tratta di una qualifica professionale basata su un titolo universitario. Tale titolo universitario può essere una laurea o un master in studi sociali o servizi sociali conseguito presso scuole universitarie professionali, accademie professionali o talvolta università. Durante gli studi gli studenti devono svolgere un tirocinio di praticantato professionale. Un master completo è spesso il requisito per svolgere attività con mansioni dirigenziali. Il riconoscimento statale deve essere conferito dopo il conseguimento della laurea presso l’ufficio competente del Land federale in questione. A titolo di requisito per il riconoscimento statale occorre eventualmente dimostrare un anno di esperienza professionale. Una volta ottenuto il riconoscimento statale è possibile fregiarsi del titolo di “pedagogista sociale riconosciuto dallo Stato” o di “operatore sociale riconosciuto dallo Stato”.

Differenza tra “pedagogista sociale” e “operatore sociale”

Differenza tra “pedagogista sociale” e “operatore sociale”

In generale, il servizio sociale è un concetto più vasto rispetto a quello di pedagogia sociale. La pedagogia sociale è incentrata sul rapporto con bambini, giovani e famiglie. Il servizio sociale comprende anche settori quali migrazione, risocializzazione o reintegrazione professionale. In passato si poteva seguire il corso di studi in servizi sociali e anche il corso di studi in pedagogia sociale. Oggi in Germania esiste di norma un unico corso di studi.

Lavorare senza riconoscimento

Talvolta è possibile lavorare nel settore socio-pedagogico anche senza riconoscimento formale. La decisione spetta, di norma, ai datori di lavoro. In tal caso non è però possibile fregiarsi della denominazione professionale di “pedagogista sociale riconosciuto dallo Stato” o “operatore sociale riconosciuto dallo Stato”.