Ingegneria

Una donna ingegnere e due ingegneri lavorano insieme al prototipo di un macchinario
© YakobchukOlena / Fotolia

Sei in possesso di una qualifica professionale tecnica o ingegneristica? Se desideri lavorare in Germania in questo settore e avvalerti del titolo di “ingegnere”, devi effettuare la procedura di riconoscimento per la tua qualifica professionale non tedesca.

Come è strutturata la formazione? Quali titoli professionali sono previsti?

La qualifica professionale si ottiene in Germania presso università, scuole universitarie professionali o accademie professionali. Gli studi universitari durano almeno tre anni. Successivamente si ottiene il diploma di laurea o il “master of science”, ovvero la laurea in ingegneria o il master in ingegneria. In Germania esisteva in passato anche il titolo universitario di “Diplom-Ingenieur” (laureato in ingegneria).

Quali indirizzi di studi esistono?

Gli ingegneri operano soprattutto nei seguenti indirizzi di studi:

  • Ingegneria civile
  • Elettrotecnica
  • Informatica
  • Meccanica
  • Ingegneria economica
  • Ingegneria dei processi

Esistono numerose altre specializzazioni. Le specializzazioni variano a seconda del Land federale e dell’università.

Attività

In base ai suddetti indirizzi di studio, gli ingegneri possono lavorare in vari settori.

Le attività professionali sono diversificate. Gli ingegneri offrono consulenza, progettano, pianificano o forniscono assistenza in progetti tecnici, tecnico-scientifici o tecnico-economici. Si occupano anche del controllo e della verifica di tali progetti. Tra le loro mansioni possono rientrare anche attività come periti o progetti di ricerca. Altre mansioni dipendono, ad esempio, dalla preparazione, direzione o fatturazione delle attività ingegneristiche.

Come si svolge la procedura di riconoscimento e a cosa devo prestare attenzione?

La denominazione professionale di “ingegnere” è tutelata dalla legge. È possibile fregiarsi di tale titolo solo se la propria qualifica professionale è riconosciuta in Germania. La procedura di riconoscimento deve svolgersi presso l’ordine degli ingegneri del Land federale in cui si desidera lavorare. L’ordine degli ingegneri è il cosiddetto ufficio competente, che può essere cercato tramite il tool Trova l’ufficio di riconoscimento.

L’apposizione della denominazione della professione deve essere espressamente autorizzata. Diversamente non è solamente consentito esercitare la professione. Ciò significa che è comunque possibile candidarsi sul mercato del lavoro tedesco anche senza riconoscimento. È possibile, ad esempio, lavorare in uno studio ingegneristico come impiegato. In tal caso non è però possibile fregiarsi del titolo di “ingegnere”.

Anche se si è autorizzati a lavorare nell’area professionale dell’ingegneria senza la denominazione della professione ufficiale di “ingegnere”, il riconoscimento e l’apposizione della denominazione della professione può avere numerosi vantaggi in termini di opportunità sul mercato del lavoro.

Perché può essere importante l’apposizione ufficiale della denominazione professionale di “ingegnere”?

In Germania i datori di lavoro attribuiscono molta importanza a una qualifica professionale di eccellente qualità e conforme a determinati standard. Tramite la denominazione professionale di “ingegnere”, il riconoscimento del titolo di studio universitario risulta immediatamente visibile a qualsiasi datore di lavoro. Inoltre, in determinati indirizzi di laurea in ingegneria esistono attività disciplinate dalla legge che possono essere esercitate solo se si è iscritti come “ingegneri” negli elenchi degli albi degli ingegneri. Solo in tal modo si ottiene, ad esempio, l’abilitazione alla presentazione di progetti edili. Tramite l’abilitazione alla presentazione dei progetti edili si è autorizzati a firmare progetti di opere edili che devono essere approvati.

Un particolare sigillo di qualità è la denominazione professionale protetta di “ingegnere consulente”. Gli “ingegneri consulenti” sono lavoratori autonomi e operano sotto la propria responsabilità. Sotto la propria responsabilità significa che lavorano su committenza. Sono liberi professionisti ed emettono fatture. Il fatto che siano lavoratori autonomi significa che non hanno interessi propri o altrui in un incarico e non possono accettare provvigioni, sconti o altre agevolazioni. Oltre all’attività ingegneristica non è consentito esercitare alcuna attività commerciale. Ciò significa che non si è, ad esempio, autorizzati a gestire un’impresa edile. Gli “ingegneri consulenti” sono professionisti specializzati, operano in modo analitico e offrono una competenza tecnica altamente specialistica. Per poter lavorare con il titolo di “ingegnere consulente”, è obbligatorio documentare l’esercizio dell’attività di ingegnere per una determinata durata. Di norma, 2 o 3 anni. Nella maggior parte dei Land federali è consentito fregiarsi della denominazione professionale di “ingegnere”. Gli ingegneri consulenti sono iscritti ad elenchi. Gli elenchi sono gestiti dagli ordini degli ingegneri dei Land federali.

Fondamenti giuridici

La professione è disciplinata da apposite leggi (Ingenieurgesetze) vigenti nei singoli Land federali. Si tratta pertanto di una professione disciplinata su base regionale.

Quali servizi offrono gli ordini degli ingegneri?

Gli ordini degli ingegneri dei Land federali sono gli uffici competenti per la professione. Gli ordini degli ingegneri dei Land federali offrono

  • Consulenza riguardo a questioni legali e alla libera professione
  • Aggiornamenti professionali
  • Intermediazione con ingegneri e periti.