Un’offerta dell’Istituto federale tedesco per la formazione professionale Maggiori informazioni
Angela Minniti, Operatrice qualificata in un centro diurno per l’infanzia

Con il riconoscimento ho trovato la mia strada.

Dall’Italia, Angela Minniti ha portato con sé un titolo di studio ed esperienza professionale come educatrice. Da quando ha ottenuto il riconoscimento, lavora come pedagogista qualificata in un centro diurno per l’infanzia in Assia.

Il mio suggerimento
Bisogna sempre andare avanti per raggiungere il proprio obiettivo. E non perdere mai la speranza!
Profilo
Nome
Angela Minniti
Età
30
Professione di riferimento
Operatrice qualificata in un centro diurno per l’infanzia
Paese di conseguimento del titolo
Italia
Lavora come
Pedagogista qualificata in un centro diurno per l’infanzia

Le mie storie

“Riconoscimento significa per me poter svolgere il mio lavoro in modo completo e avere responsabilità.” 

Chi la dura la vince. Vale anche per Angela Minniti e il suo iter per il riconoscimento professionale. La professionista italiana ha atteso 3 anni per poter lavorare come operatrice qualificata presso centri diurni per l’infanzia. Angela Minniti è giunta in Germania nel 2016 per ricongiungersi con il partner. Con sé ha portato un titolo di studio universitario in scienze dell’educazione e un’esperienza professionale pluriennale come educatrice.

“All’inizio è stato molto pesante”, ricorda la 30enne. “Riuscivo a dire solo salve e ciao.” Per migliorare le sue conoscenze del tedesco, dal dicembre 2016 ha frequentato un corso di tedesco B1 presso l’università popolare di Groß-Gerau. A pochi metri di distanza, un centro diurno per l’infanzia cercava una tirocinante. Angela Minniti ha colto l’occasione e si è candidata con successo: per 1 anno e mezzo ha acquisito esperienza e raggiunto il livello linguistico B2.

Dopo il tirocinio, all’inizio del 2019 si è presentata l’occasione di un impiego come assistente. Fin dall’inizio Angela Minniti si è sentita a proprio agio. Tuttavia, senza il riconoscimento del suo titolo di studi non poteva assumere mansioni di responsabilità presso la struttura. “Già nell’agosto 2019 avrei potuto ottenere un contratto part-time come operatrice qualificata, ma non avevo ancora il riconoscimento. Volevo però svolgere il mio lavoro anche qui in Germania.”

Nell’aprile 2019 si è imbattuta nel MoAB, il servizio di consulenza mobile sul riconoscimento di INBAS della Rete IQ dell’Assia. Qui aveva già presentato una domanda di riconoscimento come pedagogista sociale riconosciuta dallo Stato. Nell’ambito della consulenza è emerso chiaramente che gli obiettivi e le prospettive professionali di Angela Minniti fossero più idonee per il ruolo di operatrice qualificata presso strutture diurne per l’infanzia. A tal fine, il MoAB l’ha aiutata a ritirare la vecchia domanda e a presentare una nuova domanda di riconoscimento come operatrice qualificata presso la Frankfurt University of Applied Sciences. Minniti: “La mia consulente era il mio contatto con l’ufficio competente. Mi è stata di grandissimo aiuto.”

La consulenza sul riconoscimento IQ ha accompagnato la professionista italiana nel successivo processo di riconoscimento. L’ha aiutata a valutare la sentenza di riconoscimento e si è adoperata per ridurre la durata del tirocinio di adattamento. E ha avuto successo: gli 8 mesi previsti sono divenuti 15 settimane. Sono infatti state conteggiate anche le esperienze da lei svolte come tirocinante e assistente. Per il tirocinio di adattamento sotto forma di praticantato ha dovuto tra l’altro attestare lo svolgimento di lavoro di gruppo e la redazione di piani educativi. “Ho potuto fare tutto presso la mia struttura”, dichiara soddisfatta Angela Minniti.

Nel marzo 2020 ho finalmente terminato: “Ho ricevuto il riconoscimento in pieno periodo di coronavirus. È stata una notizia fantastica in quel momento di forte stress. La nostra scuola materna era chiusa e noi eravamo a casa. Quando ho visto la lettera nella cassetta della posta, ero felicissima. Ho urlato dalla gioia!”. Da allora Angela Minniti lavora come pedagogista qualificata presso lo stesso centro diurno per l’infanzia. Con il riconoscimento, anche la sua situazione lavorativa è cambiata: “Ora posso dirigere un gruppo, condurre colloqui con i genitori, assumermi responsabilità. E percepisco uno stipendio superiore. Riconoscimento significa per me poter svolgere finalmente il mio lavoro in modo completo.” 

A posteriori, Angela Minniti ritiene fondamentale poter accedere a una consulenza ottimale e alle giuste informazioni riguardo al riconoscimento. Come altre persone che presentano domanda di riconoscimento, consiglia di andare sempre avanti per raggiungere il proprio obiettivo. E soprattutto di non perdere mai la speranza.

Angela Minniti si è già prefissata nuovi obiettivi. Desidera perfezionare ulteriormente il suo tedesco, frequentare un corso di aggiornamento professionale e magari prima o poi diventare direttrice di un centro diurno per l’infanzia: “Spero di poter continuare a lavorare presso il mio asilo. È un luogo in cui mi sento davvero a mio agio e posso continuare a migliorare. Ho trovato la mia strada.”


Il presente testo è una versione rielaborata a livello redazionale del testo originale di Nadine Ebling (coordinazione Rete IQ dell’Assia, INBAS GmbH). Il colloquio con Angela Minniti si è tenuto nel novembre 2020. Nel corso della procedura di riconoscimento ha usufruito dell’assistenza del servizio di consulenza mobile sul riconoscimento (MoAB) di INBAS. MoAB fornisce assistenza e consulenza alle persone che richiedono il riconoscimento in tutta l’Assia, accompagnandole nel loro iter verso il riconoscimento. Le consulenze si tengono nei locali di agenzie per il lavoro presso numerose sedi.

Per pedagogisti qualificati si intendono ad esempio educatori, insegnanti di sostegno o pedagogisti sociali riconosciuti dallo Stato. In alcuni Land federali è possibile anche far riconoscere ulteriori qualifiche professionali come pedagogisti qualificati. In Assia la base giuridica è rappresentata dal § 25b dell’Hessisches Kinder- und Jugendhilfegesetzbuch (HKJGB), il codice legislativo assiano per l’assistenza all’infanzia e alla gioventù. Qui le procedure per il riconoscimento della formazione universitaria vengono elaborate dalla Frankfurt University of Applied Sciences.
 

La mia procedura in breve

  1. In Italia, Angela Minniti consegue una laurea quinquennale in Scienze dell’educazione e della formazione e acquisisce esperienza professionale come educatrice. Nel 2016 si trasferisce in Germania per ricongiungersi al partner. 
  2. Inizialmente lavora come tirocinante, quindi come assistente in un centro diurno per l’infanzia a Groß-Gerau. Frequenta un corso di tedesco e aspira a maggiori responsabilità e a uno stipendio migliore come pedagogista qualificata.
  3. Nel 2019 Angela Minniti, con l’aiuto della consulenza mobile sul riconoscimento della Rete IQ dell’Assia, presenta la domanda di riconoscimento come operatrice qualificata per centri diurni per l’infanzia presso la Frankfurt University of Applied Sciences.
  4. Per il riconoscimento deve svolgere un tirocinio di adattamento. Tale tirocinio viene ridotto da 8 mesi a 15 settimane, dato che vengono conteggiate anche le esperienze pratiche da lei svolte.
  5. Nel febbraio 2020 Angela Minniti ottiene il riconoscimento. Da allora lavora come pedagogista qualificata presso il centro diurno per l’infanzia di Groß-Gerau.