Un’offerta dell’Istituto federale tedesco per la formazione professionale Maggiori informazioni
Amir Hossein Welk, Ingegnere

Grazie al riconoscimento ho migliorato la mia qualità di vita.

Nel 2014 l’iraniano Amir Hossein Welk è fuggito dal proprio paese natio rifugiandosi in Germania. Nel novembre 2015 l’ingegnere ha ottenuto il riconoscimento dei suoi studi universitari.

Il mio suggerimento
Bisogna semplicemente provarci, anche se ciò significa dover ricominciare tutto da capo!
Profilo
Nome
Amir Hossein Welk
Età
36
Professione di riferimento
Ingegnere
Paese di conseguimento del titolo
Iran
Lavora come
Ingegnere

Le mie storie

Nel suo paese d’origine l’iraniano Amir Hossein Welk era libero professionista e guadagnava piuttosto bene. Il 36enne aveva terminato gli studi di elettrotecnica presso l’Islamic Azad University conseguendo la laurea in ingegneria e, dopo una lunga attività come ispettore e capo-progetto presso il Ministero dell’energia, ha intrapreso la libera professione. Quando nel 2014 ha lasciato il suo paese natio, ha dovuto abbandonare tutto e ricominciare da capo in Germania: “È stato difficile iniziare qui una nuova vita, a causa della lingua, del lavoro e del fatto che era tutto diverso dal mio paese natio. Non sapevo come funzionano qui le cose.” 

Gli ostacoli da superare erano parecchi. Oltre alla lingua, le maggiori preoccupazioni del sig. Welk era soprattutto la mancanza di prospettive professionali e la situazione finanziaria. Ma il 36enne ha affrontato la situazione. Con l’aiuto della moglie ha imparato il tedesco raggiungendo il livello B1, ha preso la patente di guida e trovato un lavoro presso il reparto produzione di un’azienda vinicola. Ma non ha mai perso di vista il proprio vero obiettivo: “Per me era importante, in primo luogo, poter lavorare qui in Germania come ingegnere.” 

Il fatto che servisse il riconoscimento dei suoi studi universitari, il sig. Welk lo ha appreso presso il Jobcenter di Cochem. La consulente ha messo in contatto il sig. Welk con l’ordine degli ingegneri della Renania-Palatinato. Nell'aprile 2015 ha infine presentato la domanda di riconoscimento del suo diploma di laurea in ingegneria. I costi della procedura li ha pagati di tasca propria. “200 euro sono una bella cifra quando si guadagna poco e perciò abbiamo dovuto fare sacrifici. Ma ne è valsa la pena una volta ricevuto il riconoscimento”, riassume. Il 5 novembre 2015 ha ottenuto il riconoscimento come ingegnere.

Alla fine i sacrifici compiuti dal 36enne sono stati ripagati: “La mia laurea universitaria è stata verificata e successivamente ho ottenuto il pieno riconoscimento. Non ho dovuto svolgere corsi di aggiornamento integrativi o simili.” Nel 2016 il sig. Welk 2016 ha comunque partecipato a una qualifica di quattro settimane come ingegnere, finanziata dalla rete IQ della Renania-Palatinato e svolta in collaborazione con l’ordine degli ingegneri della Renania-Palatinato e dell’accademia degli ingegneri, partner di progetto della rete IQ della Renania-Palatinato. Un’iniziativa che gli ha portato fortuna. Non solo è stato il migliore dei partecipanti ma, in occasione dell’evento conclusivo, ha anche conosciuto la sua attuale datrice di lavoro.

Dal febbraio 2017 Amir Hossein Welk lavora come ingegnere in uno studio di ingegneria che si occupa di impiantistica tecnica degli edifici (progettazione). “Sono contento di aver trovato questo lavoro. Anche se faccio 270 km avanti e indietro per raggiungere l’ufficio”, racconta il fresco padre di famiglia.

Foto: © Portale “Riconoscimento in
Germania”/BIBB: Robert Funke

Il colloquio con Amir Welk si è tenuto nell’ottobre 2017.

La mia procedura in breve

  1. Nella sua patria in Iran Amir Hossein Welk svolge un lavoro secondo il suo diploma in ingegneria elettronica, dapprima come ispettore e project manager nel Ministero per l’energia. Poi lavora in proprio.
  2. Nel 2014 l’iraniano arriva in Germania come rifugiato.
  3. Amir Hossein Welk impara il tedesco, prende la patente e trova lavoro presso una ditta di vendita vini.
  4. Nel 2015 presenta una domanda di riconoscimento e riceve il pieno riconoscimento come ingegnere.
  5. In una qualifica volontaria Amir Hossein Welk non solo è stato il migliore dei partecipanti, ma ha anche conosciuto la sua futura datrice di lavoro. Oggi lavora come ingegnere in uno studio di ingegneria.