Un’offerta dell’Istituto federale tedesco per la formazione professionale Maggiori informazioni
Tarek Khouli, Meccanico industriale

L’azienda è come una piccola famiglia.

Riconosciuto e assunto: Tarek Khouli lavora oggi come meccanico industriale ed è pienamente integrato all’interno della sua azienda. Anche a livello privato, dopo essere fuggito dalla Siria, ha trovato in Germania la sua nuova casa.

Il mio suggerimento
Semplicemente provarci!
Profilo
Nome
Tarek Khouli
Età
24
Professione di riferimento
Meccanico industriale
Paese di conseguimento del titolo
Siria
Lavora come
Meccanico industriale

Le mie storie

Nel 2015 la guerra in Siria ha costretto Tarek Khouli a fuggire dal proprio paese rifugiandosi in Germania. Alla fine si è stabilito in Renania, nei pressi di Bonn. Una volta arrivato, aveva tre grandi preoccupazioni: come mi troverò in questo paese straniero? Come imparerò la lingua? Come farò a integrarmi a livello professionale?

La massima priorità era trovare un lavoro, dato che nel suo paese Tarek Khouli aveva già terminato una formazione professionale in lavorazione meccanica. Se non ci fosse riuscito, intendeva frequentare un nuovo corso di formazione in Germania. “Sicuramente non sarebbe stata una scelta sbagliata, anche solo per imparare il linguaggio specialistico del settore”, spiega Tarek Khouli. “Ma avevo già svolto la formazione in Siria ed ero perciò in possesso delle conoscenze necessarie. E ripetere tutto da capo sarebbe stato impegnativo. Oltre che difficoltoso a livello finanziario.”

Il 24enne ancora non sapeva della possibilità di far riconoscere qui il proprio lavoro. La dritta decisiva gli è stata data dall’associazione Caritas (Caritasverband) Rhein-Sieg e. V., presso la quale Tarek Khouli ha frequentato corsi di tedesco e raggiunto il livello B2. Per vagliare le opportunità professionali, una collaboratrice gli ha consigliato di rivolgersi a LerNet Bonn/Rhein-Sieg e. V. di Bonn, un centro di consulenza per il riconoscimento delle qualifiche professionali estere, facente parte della rete IQ della Renania settentrionale-Vestfalia. Un suggerimento che si è rivelato molto prezioso per Tarek Khouli: “Qui ho sentito parlare per la prima volta della possibilità di riconoscimento del titolo professionale”. Insieme a Dirk Frankenberger dell’associazione umanitaria per i rifugiati Flüchtlingshelferkreis Rheinbach, che lo ha aiutato in mansioni quotidiane, nei rapporti con le autorità e nel processo di candidatura, ha quindi contattato l’IHK Bonn/Rhein-Sieg.

Nel corso di una telefonata con la consulente dell’IHK gli è stata brevemente illustrata la documentazione necessaria per presentare la domanda di riconoscimento. Riuscire a reperirla era però dispendioso e pericoloso a causa della guerra in Siria. Ma il padre di Khouli è comunque riuscito a procurargli i documenti. Dopo l’esame preliminare e la raccolta della documentazione da parte dell’IHK, Tarek Khouli ha presentato la domanda di riconoscimento nell’aprile 2017 presso l’ufficio competente, l’IHK FOSA. Già due mesi era in possesso della sentenza di pieno riconoscimento: “È stato fantastico ricevere questo certificato. È la conferma che ciò che ho studiato in Siria è riconosciuto anche qui. E questo migliora la mia autostima.”

A questo punto si trattava di inviare le candidature. Tarek Khouli era infatti ansioso di riprendere a lavorare. Alle 15 candidature sono seguiti vari colloqui di lavoro e due offerte di impiego. Tarek Khouli ha alla fine optato per la ditta Werner Vakuumsauger GmbH di Meckenheim nel Circondario del Reno-Sieg, specializzata nella produzione di articoli stampati in gomma e aspirapolvere.

Grazie all’ottimo legame con l’associazione umanitaria per i rifugiati Flüchtlingshelferkreis Rheinbach e con Dirk Frankenberger, anche il suo successivo capo, Udo Werner, è stato molto disponibile al momento della candidatura di Tarek Khouli. “Indipendentemente dal documento di riconoscimento, ho avuto la sensazione che il Sig. Khouli fosse una persona seriamente intenzionata a lavorare e questo mi ha fatto piacere. Nel frattempo si è integrato perfettamente, si assume le proprie responsabilità e sono molto soddisfatto del suo operato.” Anche Dirk Frankenberger è stato positivamente colpito dall’impegno del suo protetto: “Tarek si è rivelato fin dall’inizio molto volenteroso e ambizioso. È stato fondamentale, perché in questo modo ho potuto aiutarlo al meglio.” Tarek Khouli ce l’ha fatta e ora è felice: “Mi sento soddisfatto e la mia professione mi piace. L’azienda è come una piccola famiglia.”

Il colloquio con Tarek Khouli si è tenuto nel marzo 2018. Nell’ambito della procedura di riconoscimento ha usufruito dell’assistenza e della consulenza di LerNet Bonn/Rhein-Sieg e. V.ihn, che fa parte della rete IQ della Renania settentrionale-Vestfalia, di IHK Bonn/Reno-Sieg e di IHK FOSA. È inoltre stato supportato attivamente dall’associazione umanitaria per i rifugiati Flüchtlingshelferkreis Rheinbach.

La mia procedura in breve

  1. Nel 2015 Tarek Khouli fugge dalla guerra in Siria. In Germania frequenta corsi di lingua e raggiunge il livello B2.
  2. Presso il Centro di consulenza IQ il meccanico industriale viene a conoscenza della possibilità del riconoscimento.
  3. L’IHK Bonn/Rhein-Sieg e l’associazione umanitaria per rifugiati Rheinbach aiutano e sostengono il giovane siriano.
  4. Nell’aprile 2017 Tarek Khouli presenta la domanda di riconoscimento presso l’IHK FOSA. Solo 2 mesi dopo ottiene il pieno riconoscimento.
  5. Dopo il riconoscimento Tarek Khouli presenta domande di lavoro. Ottiene un impiego presso un’azienda che fabbrica articoli stampati in gomma e ventose per vuoto.